Post elezioni. A noi non interessa chi ha vinto a noi interessa che si capisca che il patrimonio enogastronomico e territoriale e la cultura italiana sono l’azienda più importante del nostro paese e quindi un’azienda da proteggere.

In questo lunedì del dopo elezioni siamo a chiederci se davvero questo paese è in grado di comprendere la fortuna che ha. Non siamo contro questo o quello ma non possiamo vedere cadere i piccoli monumenti, non possiamo vedere chiudere le botteghe storiche senza che nessuno faccia niente, ci dispiace che i trasporti si fermino al primo problema atmosferico o che alcune località limitrofe siano raggiunte da una sola corriera al giorno quando va bene e soprattutto, NON POSSIAMO vedere quintali di arance o altri prodotti buttati mentre “gli accordi” ci obbligano a comprare le stesse cose in altri paesi.

Speriamo che chiunque ci governerà capisca che la burocrazia sta uccidendo le piccole aziende, che un piccolo produttore non può avere gli standard della grande azienda e che il suo bello sta proprio in questo. Speriamo che si capisca che le pastoie burocratiche eccessive bloccano le attività di tutti e speriamo che qualche tassa in meno faccia sentire tutti più partecipi e non polli da spennare.

Iniziamo così questa settimana.