A Londa quasi come in Trentino. Immagini e pensieri sulla montagna fiorentina e sulla Romagna Toscana.

300 anni di storia comunali tra nuove e vecchie coltivazioni: dalle pesche alle viti per…tornare alle pesche.

Due  piatti di tortelli di patate al ragù alla fiorentina, scuro e ben dosato nella parte grassa, Un vassoio infinito  fritto di verdure di stagione fatto “lì per lì”  per cui abbiamo scelto tipologia e quantità delle verdure, rigorosamente di stagione, proposte, una birra grande (perché la mia collega ha sangue tedesco nelle vene e quindi birra) un libro di acqua minerale, due caffè. Arriva il conto e, da fiorentine, ci stupiamo: 16 euro tondi in due.

????

Poco prima ci eravamo fermate a scattare foto lungo il fiume dove c’è pure un riparo per le anatre che soggiornano in quel tratto, abbiamo guardato i pesci che poi abbiamo “rivisto” dalll’ultimo piano sulle terrazza del comune tanto l’acqua è trasparente. Abbiamo  avuto la netta sensazione di un dejà vu, di essere in un paese del trentino invece che nel cure della montagna fiorentina. Il centro del paese poi ci aveva deliziato, come la gente, affabile e ben disposta verso il suo primo cittadino.
Volete sapere dove siamo? A Londa, a pochi chilometri da Firenze e da Pontassieve, a meno di 100 da Faenza e dal suoi vini, immersi nel verde di boschi che hanno visto passare la storia e dove un  lago artificiale ha reso ancora più invitante il contesto se ce ne fosse stato bisogno.

????

Londa il Rincine

Alcuni ricorderanno una storia forse su questo lago, una storia nata da troppo zelanti accusatori che senza conoscere la natura delle cose creano danni. Ma  a noi questa storia non interessa, a breve saranno le carte a “cantare” a rendere giustizia. A noi ora interessa questa montagna con tutti i suoi prodotti d’eccellenza, le sue trasformazioni e la sua voglia di fare.

La Romagna Toscana è uno di quei territori di cui ho parlato più volte, dove la storia ha “scorrazzato” in lungo e in largo e dove si legge bene il succedersi degli eventi che hanno differenziato e caratterizzato, fin dai tempi dei Longobardi, strutture ed espansione. Londa ovvero L’onda che si formava alla confluenza dei due torrenti del paese il Rincine Pesca-Regina-di-Londae il Moscia e un’altitudine che varia tra 200 1 quasi 1500 metri. Nel 1776 divenne comune per volontà del Granduca Pietro Leopoldo e quindi quest’’anno sarà festa grande per il paese.
Ma torneremo presto a parlare di Londa anche perché dall’ 8 al 10 settembre torna la pesca Regina di Londa…e le sue sorelle.Un appuntamento che quest’anno sarà imperdibile.

Roberta Capanni

Dove mangiare sul lago: Ristorante Pizzeria da Fischio 055 835 1608