L’Etna lo si vede ovunque mentre ci si muove per il catanese e non solo. “A Muntagna”, come la chiamiamo Noi, padroneggia sino alla provincia di Enna e Messina.etna paesaggio

All’inizio, da bambino, insisti per volerla conoscere, scoprirla, vuoi prendere dimestichezza con la sua presenza. Poi, non so, forse superi la boa dei trent’anni e ti ci abitui. Non dico che perdi la meraviglia ma sai che è tua, nell’isola, che ti appartiene, con tutta la sua forza creatrice che è allo stesso tempo devastante, sai che resterà tutta la vita dentro di te.

Quando ti svegli al mattino Le devi – perché è Femmina “A Muntagna – per forza dare uno sguardo perché la sua presenza ti fa compagnia, ti rassicura, ti fa sentire che sei in un posto unico, e poi non sai mai cosa ti riserva oggi, magari il giorno prima era lì immobile e silenziosa, l’indomani te La ritrovi a buttare fuoco e cenere e a far tremare porte e saracinesche, con i suoi boati e le nuvole di cenere che tanta paura e stupore mettono ai visitatori e ai turisti stranieri.peperoncino n

Il territorio della Sicilia orientale è un ambiente davvero unico al mondo che evidenzia la forza di una natura possente che però sa poi essere molto generosa con la straripante fertilità della sua terra, con la mitezza e generosità del “ A Muntagna”.

Così in questo affascinante paesaggio naturale i prodotti tipici e le attività tradizionali dell’uomo rappresentano una straordinaria risorsa, quale strumento di sviluppo sostenibile del territorio. Ed ecco che, circumnavigando il vulcano, un delizioso cocktail di sapori ci avvolge: dai funghi, ai frutti, al miele, alle Fragole di Maletto, al pistacchio di Bronte, alle nocciole. Ma il viaggio nei profumi della Sicilia continua con le sue arance a polpa rossa, uniche nel suo genere (infatti sono IGP) che grazie alle condizioni climatiche favorite dalle escursioni termiche ad opera del vulcano si sviluppano nella piana di Catania, con i  limoni della riviera Jonico-Etnea, i fichidindia dell’Etna.fichi d'India

E ancora l’olio e il vino.  Tanto vino, all’interno di una delle più apprezzate DOC al mondo, grazie al lavoro di aziende e produttori di grandi capacità, che dai terreni lavici ai piedi dell’Etna coltivano viti forti e rigogliose.

Per poter conoscere, apprezzare e riscoprire tutto questo esiste ed opera anche nel territorio Etneo, l’Associazione Gusto di campagna che promuove la conoscenza, la valorizzazione e lo sviluppo socio-culturale del mondo rurale siciliano. (tel. 095493948 – cell. 3385080646/3475013710 gustodicampagna@gmail.comhttps://www.facebook.com/pages/gusto-di-campagna/166618856750744?fref=ts)pesche

Una unione animata da imprenditori agricoli che condividono valori e intenti, e mettono in RETE le loro attività in un sistema relazionale basato sulla centralità della persona allo scopo di restituire valore alla campagna siciliana quale luogo autentico e irripetibile capace di evocare cultura, emozioni, benessere e salute.

I soci di Gusto di Campagna rappresentano i cultori di una tradizione enogastronomica siciliana unica che non manca mai di stupire ed ammaliare il viaggiatore. Nei loro agriturismi (per la maggior parte costituiti da antiche dimore storiche)  si può soggiornare immersi nelle bellezze della campagna siciliana, vedere le  fattorie con le razze autoctone siciliane, le cantine con vini doc, i frantoi, i mielifici, le aziende agricole con prodotti di qualità e biologici, i ristoranti, le pasticcerie, tutti inseriti  nel circuito di Gusto di Campagna,arance

Per meglio far conoscere i luoghi dove la materia prima prende forma e sapore, Gusto di campagna propone degli itinerari che permettono al visitatore, attraverso la formula del Turismo relazionale integrato, di interagire direttamente con il mondo contadino.

Mariagrazia Pavone