Zenzero, il gusto fresco dell’estate

linguine limone e zenzero

Sapore piccante, aroma fresco ma pungente. È lo zenzero o ginger, un  tubero dalla forma irregolare di colore marrone chiarissimo, che oggi si trova facilmente anche al supermercato.
Personalmente trovo che lo zenzero fresco possa rendere piacevoli tanti piatti, specialmente quelli più “grassi”. Ha tante qualità e quindi è importante imparare ad utilizzarlo. In Toscana con lo stesso nome si definisce il peperoncino quindi fate attenzione  se vi capita di dover ordinare qualcosa in una trattoria.ginger
Usato da sempre nella medicina orientale, lo zenzero ha capacità antiemetica (cioè riduce la nausea) e quindi è molto utile nei casi in cui questa si presenti come può accadere in gravidanza. Ha un effetto digestivo e aiuta la funzionalità del fegato. Comunque sia per l’uso fitoterapico è necessario rivolgersi al proprio medico o ai centri presenti negli ospedali.
Tornando allo zenzero in cucina possiamo sbizzarrirci. L’uso  dello zenzero  è presente in Europa già nel medioevo. Nei paesi del Nord lo troviamo spesso nella preparazione dei dolci.
ginger (1)La nota speziata dello zenzero o ginger oggi è tornata di moda andando di pari passo con quella della cucina giapponese che lo propone tagliato finemente sul pesce crudo.
In estate la sua nota fresca è di aiuto e serve per dare quel tocco in più che spesso manca a certi piatti. Anche delle semplici e croccanti verdure di stagione saltate in padella possono essere rese “diverse” da una grattugiata di zenzero o dall’ggiunta di qualche fettina tagliata molto sottile.
La radice fresca infatti, può essere utilizzata tagliata a fette sottili oppure grattugiata all’ultimo momento sui piatti. La cucina è sperimentazione e fantasia e lo zenzero si presta, come tutte le spezie ad essere “provato” anche nelle vostre preparazioni preferite: c’è da rimanere sorpresi per il gusto che può venir fuori.
Personalmente adoro anche lo zenzero candito e lo utilizzo tagliato a dadini piccoli nell’impasto dei biscotti da tè.
Conservazione: lo zenzero fresco si conserva bene in un barattolo di vetro in frigorifero.

LINGUINE LIMONE E ZENZERO
Per 2 persone:

  • 200 gr di linguine ( meglio fresche)
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
  • ½ cucchiaio di buccia di limone (edibile e ben lavata) grattugiata
  • 4 Olio extra vergine d’oliva delicato
  • 20 gr di pinoli
  1. Se siete bravi fate da voi le linguine altrimenti acquistatele fresche.
  2. Grattugiare lo zenzero
  3. Grattugiare il limone ( insisto fate attenzione quando acquistate i limoni specialmente al supermercato perché spesso la buccia non è edibile cioè non è da mangiare perché trattata. C’è scritto sui cartelli  accanto al paese di provenienza ma è scritto in piccolo! Meglio limoni biologici!)
  4. Mettete insieme limone e zenzero con 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva dal sapere delicato e fate insaporire.
  5. Intanto mettete l’acqua sul fuoco, salate e appena bolle buttate le linguine.
  6. Tostate i pinoli
  7. Scolatele leggermente al dente, condite con il composto
  8. Decorate con un po’ di limone grattugiato e qualche pinolo

TISANA ALLO ZENZERO

  • 10  grammi di radice fresca di zenzero o ginger
  • 10 grammi di cannella ( bastoncino e non in polvere se non siete sicuri della provenienza. Ricordate SEMPRE che spesso i prodotti a basso costo possono essere mischiati con altre sostanze solo per far volume)
  • 10 gr di semi di cardamomo

Mettere le spezie in un litro d’acqua e far bollire per 3 minuti. Si può consumare una volta freddo come digestivo.

Roberta Capanni