modena_piazza_grande_patrimonio_unescoI fine settimana d’autunno sono sempre stati i miei preferiti. L’aria è fresca, i colori caldi, i profumi che salgono dalla terra intensi.  Sbirciando tra le tante possibilità mi sono imbattuta nell’ultimo fine settimana di settembre, direzione Modena.

Asiago_e_aceto_balsamico

Un’occasione tentatrice, dolce e raffinata: a Modena. Perché se dici Modena pensi all’aceto balsamico, se dici Modena pensi al Cavallino Rampante.

Modena e la sua provincia, infatti, sono il teatro di Acetaie aperte, evento organizzato dal Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP e il Consorzio di Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, con il Patrocinio del Comune di Modena.

Ritagliarsi uno spazio per poter godere di questo gioiello di città ed entrare nelle famose acetaie è sicuramente un regalo che vale la pena farsi. La manifestazione prende il via il sabato  27 alle 18.00 con un programma di merende e degustazioni nel centro città, dove esperti e personaggi conosciuti di varie arti dialogheranno dell’Arte del saper gustare.

L’ Aceto Balsamico è “oro nero”, una goccia può  sublimare qualsiasi preparazione culinaria anche la più semplice. Ma deve essere quello “vero”, quello invecchiato a dovere, fatto con amore e sapere antico e soprattutto nella zona giusta: il territori dell’antico Ducato Estense, cioè Modena e Reggio Emilia. Un vero Aceto Balsamico si riconosce dal gusto e come altri prodotti (mi viene in mente lo zafferano) ha un rapporto qualità-prezzo che, per sua natura non può puntare al ribasso. http://www.consorziobalsamico.it/  

aceto balsamicoSe non avete mai visitato Modena sicuramente questa è l’occasione giusta. Ci sono pacchetti proposti che sono davvero interessanti, come quello di del tour operator Modenatur che con 99 euro propone due giorni e una notte con pernottamento in hotel, una cena, naturalmente al Balsamico, in un ristorante del centro storico e due visite guidate. La prima visita al sito Unesco di Modena – con la cattedrale del XII secolo,  la Torre Civica  detta “ della Ghirlandina” con le preziose decorazioni di ghirlande che la incorniciano e la famosa Piazza Grande – e l’altra al Museo Enzo Ferrari.

 

R.C.