Pedalare nel Chianti Rufina e sulla Montagna Fiorentina con “La Leonessa”
il 25 e il 26 aprile 2015 in bici alla scoperta di antichi percorsi dimenticati

Vi piace pedalare? Avete una bicicletta da corsa su strada e costruita prima del 1987? Bene, “La Leonessa” vi aspetta per farvi conoscere antichi percorsi, riscoperti che vi porteranno tre le principali architetture rurali sia di origine religiosa che militare come torri e castelli del Chianti Rufina e della Montagna Fiorentina. Una pedalata ciclo-storica non agonistica che il 25 e il 26 aprile 2015  attraverserà questo territorio costeggiando vigne e oliveti attraverso percorsi riscoperti e verificati dalla Facoltà di Architettura di Firenze.pelago fiori
Un’idea nata a fine 2013 che sta raccogliendo molte adesione da tante regioni italiane come Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Puglia,  perché porterà i ciclo-turisti su strade dimenticate, percorsi storici che offrono panorami e suggestioni indimenticabili. E in un territorio sparso di bellezze ci saranno punti di sosta come i Castelli di Nipozzano, Ferrano ad Altomena e il passo delle Consuma dove sarà possibile gustare la famosa schiacciata.
L’appuntamento si delinea adatto anche a chi non pedala perché Rufina e Pelago negli stessi giorni offriranno eventi  come la consueta mostra della “Biofioricola di Primavera” che si svolge a Pelago e la mostra Resistere nel Tempo: Guttuso, Manzù e le “Memorie di una resistente borghese”; a Rufina, invece, sarà possibile visitare il “Museo della vite e del vino” nella bella di  Villa Poggio Reale.
LOCANDINA LA LEONESSASi potranno anche conoscere le bellezze storiche, culturali ed ambientali della Valdisieve, grazie ai servizi di accompagnamento e di visite guidate che la Proloco di Pelago proporrà per l’occasione.Saranno coinvolti attivamente anche i molti agriturismi e ristoranti presenti sul territorio, depositari dell’antica cultura dell’ospitalità che ha caratterizzato nella storia il territorio della Montagna Fiorentina che metteranno a disposizione tutto il loro sapere. “La leonessa” vi aspetta.

Roberta Capanni