Un’edizione dove gli amanti del vino diventeranno i protagonisti

Una buona idea per godersi i giorni di riposo

Parte oggi “Cantine Aperte il più importante evento enoturistico d’Italia promosso da 23 anni dal Movimento Turismo del Vino (Mtv) per favorire un contatto diretto tra produttori e appassionati di vino.
Vista la moda del momento l’edizione 2015 sarà dedicata alle  foto postate su Instagram con il contest  ”Bevi cosa Vedi” che coinvolgerà le community di tutta Italia, premiando i migliori che raccontino l’abbinamento vino e territorio.Tante le offerte in tutte le regioni abbinate a degustazioni, assaggi di prodotti del territorio . Molte le proposte di tour in bici e passeggiate nordic walking, e persino qualche proposta di giro in elicottero per ammirare le colline della Doc Colli Perugini.

????

Vigna di Burson

L’esperienza in cantina è sicuramente una delle più coinvolgenti per chi è appassionato di vino e di territorio e questa è anche l’occasione per conoscere il mondo del vino da vicino. Infatti molte aziende faranno dei veri e propri mini corsi per spiegare i procedimenti che dal frutto portano al vino. Per grandi e piccini merende e nell’appennino forlivese ”Caccia ai tesori della natura” per creare un piccolo museo tascabile fatto di fiori, foglie e colori da portare a casa con sé. Il Movimento Turismo del Vino Puglia, in occasione di Cantine Aperte, promuove l’iniziativa ecologica “1 tappo, 2 perché”, invitando gli enoturisti a “consegnare” i tappi di sughero raccolti nelle settimane precedenti schierandosi a favore della salvaguardia dell’ambiente e della tutela dell’ulivo pugliese.

????

Bardolino Museo del Vino ZIni

Fare segnalazioni è impossibile perché le offerte sono davvero tante ma posso segnalare alcune realtà che conosco bene e che posso consigliare tranquillamente:
–  chi non conosce il Burson, il vino romagnolo che può gareggiare con il Brunello può approfittare dell’occasione e recarsi in Romagna. Èn possibile cercare le aziende tramite il consorzio IL Bagnacavallo che raggruppa i produttori di Burson.
– Nel week end di Cantine Aperte i wine lovers potranno trovare alla Fattoria del Colle di Trequanda (30 km da Montalcino) l’ambiente ideale per un week end lungo all’insegna del relax nella campagna toscana affacciata sulle Crete Senesi  e del buon vino. Lezioni di cucina, visite guidate alla parte storica della villa cinquecentesca, ma soprattutto nuove esperienze sensoriali: la più curiosa oggi 30 maggio alle 16 con replica martedì 2 giugno alle 11 ovvero le degustazioni per “apprendisti enologi” durante le quali  gli ospiti di Donatella Cinelli Colombini potranno – in forma scherzosa ma sicuramente coinvolgente – creare un proprio “Supertuscan” a base di Sangiovese, Merlot e Sagrantino. (Per la giornata Cantine aperte e il Casato Prime Donne Montalcino casato@cinellicolombini.it 0577 849421 )CANTINE APERTE 2015 - VIOLANTE GARDINI PRESENTA IN ANTEPRIMA IL BRUNELLO RISERVA 2010
– Spostiamoci in Veneto per i vini vulcanici di Sandro de Bruno che offre tanti i fiori all’occhiello: dal Soave Superiore DOCG al Durello, per esempio,  vite rustica e antica con quel suo guscio resistente, che De Bruno trasforma anche in uno spumante dalla lavorazione classica, come nella migliore tradizione dello Champagne,che riposa 36 mesi con i suoi lieviti per diventare un indimenticabile spumante Doc.
A Pontassieve, con Ruffino  dove si terrà un minicorso in piazza, aperto alla cittadinanza, per scoprire e meglio conoscere il simbolo della nostra terra: il vino. E’ questo il senso dell’iniziativa che verrà realizzata da Ruffino all’interno della storica manifestazione Toscanello d’Oro, festa del Vino, del Territorio e della Cultura locale in corso a Pontassieve dal 28 maggio al 2 giugno.
Ma per scoprire tutte le cantine partecipanti basta andare sul sito del Movimento del vino e in fondo alla pagine di Cantine aperte troverete, regione per regione, le cantine aderenti.

Roberta Capanni