Il burro è buono è innegabile ma essendo ricavato dalla parte lipidica del latte non è un prodotto adatto a tutti e di cui sicuramente non bisogna abusare.
Noi utilizziamo  quello di latte vaccino ma ci sono anche altri tipi di burro come quello di capra o quello di bufala. Consumato crudo è facilmente digeribile ma avendo un punto di fumo tra i 28 e i 33 c° crea facilmente sostanze tossiche. Inoltre è altamente calorico ed è ricco di acidi grassi saturi tra cui colesterolo e palmitico.  In pratica il burro  sarebbe un prodotto sano perché ottenuto da un procedimento meccanico e basta ma la legge permette l’introduzione di altri elementi come antiossidanti di varia natura e coloranti.  Quindi il burro contiene il 15-18% di acqua, tra l’80 e l’84 % di grassi , tra ,o 0,4 % e l’0,8% di proteine, quasi l’1% di lattosio e un massimo di 0,2% di Sali minerali.
Quindi del buon burro d’alpeggio spalmato sul pane al mattino può essere un buon mezzo per abbronzare la giornata ma in cucina sarebbe meglio evitarlo e non solo per friggere.
Dove mettiamo la maggiore quantità di burro? Nei dolci! E allora bisognerebbe abituarci a preparare i nostri dolci senza l’uso del burro, visto che tra le altre cose vengono buonissimi e più leggeri.
Ecco allora una ricetta di una frolla senza burro assolutamente deliziosa:

Ingredienti:

  1. 200 g di farina
  2. 70 g di olio extra vergine d’oliva
  3. 300 g di fragole davvero molto mature
  4. scorza di limone grattugiata
  5. 1 uovo
  6. 100 g di zucchero di canna

Come fare:

  1. pulire le fragole e metterle in una casseruola con pochissima acqua e lo zucchero fate cuocere a fuoco basso mescolando
  2. fate la frolla unenedo la farina l’uovo intero e l’olio
  3. stendetela e foderate una teglia tonda dal diametro
  4. accendete il forno a 180 °C
  5. stendete sopra la frutta cotta che deve essere diventata come una marmellata
  6. mettete delle strisce di sfoglia formando una rete
  7. e ora in forno! Per 35-40 minuti senza abbassare il forno.
  8. Fate freddare prima di servire

Consigli se usate una teglia antiaderente  o rivestite la tortiera con carta da forno non avrete brutte sorprese.

Roberta Capanni