grado-panorama-web

Certo che gli antichi romani sapevano scegliere i posti migliori per mettere radici e non solo dal punto di vista strategico!. È questo il pensiero che mi ronza nella testa mentre percorriamo la strada che ci condurrà all’isola di Grado e dal finestrino dell’auto scorrono le immagini delle distese di reperti romani di Aquileia.

Non conosco molto questa zona, confesso, anche perché il mio lavoro di giornalista difficilmente mi ha portato in Friuli Venezia Giulia. Un vero peccato, un vuoto che andrà colmato presto.

Grado è un’autentica sorpresa. Già porto al servizio della vicina città e castrum romano, Grado ha avuto una storia che ha lasciato tracce ovunque. Passeggiando per  il nucleo centrale   il suo percorso attraverso i secoli ti viene incontro: il battistero del V secolo a pianta ottagonale, la Basilica paleocristiana di Santa Maria delle Grazie e quella di Santa Eufemia…

grado-interno-battistero-web

Tutto il resto è dedicato al turista che ama farsi coccolare alle terme, guardare il mare dalla terrazza dei grandi alberghi,  prendere il sole sulla spiaggia, gustare del pesce eccellente nei tantissimi ristoranti che si aprono sulle vie. Oppure godersi la laguna ricchissima di essenze erboree, con i tipici casoni dal tetto di paglia che rimandano ad un passato fatto di pesca, oppure raggiungere  le altre isole abitate come Barbana con il suo santuario secolare.

interno-chiesa-web-

L’isola del Sole, così è chiamata anche Grado, è stata davvero una bella sorpresa. Soprattutto i ristoranti disseminati per il dedalo delle calli e dei campielli del centro storico all’ombra di verdi pergolati.

È qui che ho mangiato un’ eccellente zuppa di pesce servita con del pane tostato e una sogliola freschissima accompagnata dall’immancabile polenta bianca. E sono grata al signor Massimo (figlio “d’arte” che oggi porta avanti con successo l’attività fondata nel 1954 dal padre) per aver insistito e fatto assaggiare i deliziosi dolci fatti in casa.

DOVE MANGIARE. PROVATI PER VOI:

DE TONI
Piazza Duca d’Aosta, 37 – Grado
Tel/Fax 0431 80104 / info@trttoriadetoni.it / http://www.trattoriadetoni.it
Chiuso: Mercoledì